Vivere in cucina

24 maggio 2017

Un sorso di salute!

Arriva la bella stagione e il nostro corpo avverte la necessità di disintossicarsi dalle tossine accumulate durante la stagione fredda. E per farlo, cosa c’è di meglio di un rigenerante concentrato di sostanze nutritive ricavate da frutta e verdura?

Gli estratti freschi ottenuti con un estrattore di succo sono proprio questo: un concentrato di nutrienti che porta numerosi vantaggi sul benessere fisico e mentale. Sono drink energetici, antistress, depurativi, vitalizzanti e con benefici sulla bellezza: per prepararli al meglio occorre una scelta consapevole delle materie prime, fresche e di stagione, magari biologiche, e consentono di sfruttare tutta la genuinità della frutta e dei vegetali, ricchi di vitamine e fibre.

 

 

 

    Ma cos’è un estratto?

 

Un estratto è il succo ottenuto attraverso un processo di estrazione per pressione, cioè esercitando solamente, come unico processo di trasformazione, uno schiacciamento sul frutto o l’ortaggio che desideriamo spremere. L’estrattore di succo vivo Bompani è un apparecchio che permette di preparare bevande di frutta e verdura ricche di minerali, vitamine ed enzimi: consente di incrementare il consumo di frutta e verdura, aumentare la varietà, e renderne piacevole l’assunzione anche per i bambini, gli anziani e per chi ha problemi di digestione.

 

Il principio di funzionamento è quello della spremitura, diverso dalla centrifuga che lavora a maggior velocità. La spremitura a bassa velocità non crea calore, pertanto i tutti i principi presenti nei vegetali crudi si mantengono intatti, cosa che non accade con temperature superiori: oltre i 40 °C, infatti, enzimi e vitamine che sono termolabili iniziano a perdere gran parte dei loro benefici. Con questo apparecchio la conservazione di tutte le sostanze nutrizionali e vitaminiche è invece garantita; utilizzando l’estrattore si spreca anche una minor quantità di cibo, poiché con la stessa quantità di frutta o verdura si ottiene oltre il 30% in più di succo rispetto alla centrifuga tradizionale e lo scarto, che viene separato automaticamente, è in genere solo del 15%-25%, a seconda del frutto o della verdura spremuti. Inoltre il succo così ottenuto è più ricco perché contiene tre volte tanto la quantità di fibre di quello ricavato dalla centrifuga.

 

Riassumendo, un estratto è un cibo fluido dall’alto contenuto di complessi nutrizionali, capace, con poco dispendio di energia digestiva, di nutrirci e rigenerarci.

 



Leggi le altre news

  • 21 settembre 2017

    CERSAIE 2017

    Dare vita a elettrodomestici con materiali, finiture o colori speciali?