Vivere in cucina

07 marzo 2017

Quale cottura scegliere per cuocere al meglio il tuo dolce?

Scegli la funzione del forno più adatta:

   1) Cottura statica, cioè l’utilizzo della funzione con resistenza superiore o inferiore. Se disponibili nel vostro forno le altre combinazioni delle resistenze servono in casi particolari: ad esempio se il dolce non è ancora ben cotto, ma la doratura è già a buon punto si puo' scegliere di cuocere con la sola resistenza inferiore.

   2) La Cottura ventilata, ossia con l’inserimento della ventola nelle normali funzioni di cottura, richiede l’impostazione di temperature inferiori di 20 gradi rispetto a quelle della ricetta oppure l’accorciamento dei tempi di cottura, in quanto l’aria tende ad asciugare maggiormente il dolce in forno. Per questa ragione la cottura ventilata è consigliata per i dolci “più bagnati” in quanto contribuisce ad asciugarli.

   3) La Cottura ventilata con resistenza circolare non è disponibile su tutti i forni, ma è molto utile per tutte le cotture che prevedono una lievitazione rapida e soffice come ad esempio muffins e soufllé.

 

   Tempi di cottura

   I Tempi di cottura delle ricette sono sempre indicativi e dipendono dalla temperatura reale del forno. E’ possibile che un forno raggiunga all’interno temperature diverse di qualche grado rispetto a quelle riportate dal termostato e quindi cambiano i tempi di cottura: per questo è bene controllare sempre cio' che c’è nel forno.

   I tempi dipendono anche dalle dimensioni del dolce che cuocete; anche per questa ragione la cottura va sempre tenuta sotto controllo.

   Per essere più precisi, in particolare per le cotture sul fuoco, consigliamo di utilizzare sempre un termometro con sonda elettronica. Si trovano a pochi euro ed è comunque un controllo in più.



Leggi le altre news

  • 06 luglio 2017

    Vivi Slow!

    Scopri la nuova promozione VIVI SLOW e riceverai in regalo lo speciale ricettario succhi edito da Slow Food!